rosario pollio

Il curioso caso di Rosario

rosario pollio

rosario pollio

C’era una volta un uomo che stava bene e lavorava … e lavorava con passione.

Si era sempre dato da fare, mettendosi in gioco, senza tirarsi mai indietro.
Idraulico, elettricista, muratore, a capo di un’impresa di pulizie e poi in giro come rappresentante.
 
Aveva sempre saputo tirare fuori il meglio dalla vita e la vita gli era stata amica per anni, garantendogli un buon posto presso un’azienda di Varese. 13 anni a saltar su e giù dai muletti per gestire un magazzino che a poco a poco era diventato il suo regno.
 
Poi qualcosa era andato storto, il regno era stato messo sotto assedio dai cecchini della sfortuna ed ecco che Rosario si era ritrovato non solo senza lavoro, ma anche, forse a causa del boato della deflagrazione del colpo esploso dai tiratori scelti, con l’udito rovinato.
 
“Beh, siamo in un paese civile”, aveva pensato il nostro eroe e si era iscritto alle liste di collocamento obbligatorio, sperando di trovare un’occupazione che gli permettesse di completare la contribuzione necessaria ad avere la sua pensione… 
 
Solo tre anni. “Mica ne mancano poi tanti”, si era detto. 
 
Peccato che tutto questo accadeva nel 2007 e da allora non è più riuscito a trovare una collocazione lavorativa. E sì che l’esperienza e la voglia non gli fanno difetto. 
 
Rosario è disponibile per qualsiasi mansione, purché da svolgere in un ambiente non troppo rumoroso, nelle province di Napoli e Varese e lo trovate su DoAnBe ai seguenti link: Napoli e Varese

 

Lascia un commento