Trucchi e suggerimenti per ottimizzare il proprio profilo V

beatrice martini
beatrice martini

beatrice martini

Vi prometto che… non è l’ultimo!!! Vi delizierò ancora a lungo con questi minitutorial… perdonatemi! È che ci tengo davvero tanto! Voglio che possiate sfruttare il portale al meglio per valorizzavi! Che stavo dicendo??? Ah, sì! Come preparare i profili di lavoro rivolti ai privati! Nella puntata precedente abbiamo guardato le voci obbligatorie, ora spetta alle informazioni facoltative!

 

 

profilo privato

 

Dopo aver scelto il lavoro, averlo descritto, dopo aver indicato che tipo di lavoratori siete e dove volete lavorare, potete fare molto di più per arricchire la vostra offerta!

Dire come vi spostate! Non è sempre importante farlo sapere, ma ci sono alcune prestazioni per le quali è indispensabile!

Caricare il vostro CV. Se vi offrite come baby sitter e avete fatto scuole o esperienze lavorative che vi valorizzano come esperte di bambini, FATELO!

Foto e video! Sbizzarritevi! in questa fase potete mettere una foto e un video, ma potrete, in un secondo momento, inserirne molte di più!

 

Perché farlo? Perché attirano l’attenzione e spiegano meglio di mille parole quello che sapete fare. Vi offrite per fare cene a domicilio? Sotto con fotografie dei vostri manicaretti! Vi offrite come giardinieri? Fate vedere delle aree verdi tenute da voi!

Salvate, gestite le fasce orarie, controllate e salvate ancora!

Passo e chiudo

Beatrice

 

Trucchi e suggerimenti per ottimizzare il proprio profilo III

profilo per aziende

Non pensavate mica che fosse finita, vero? Avete letto l’articolo precedente sui profili per le aziende? Ora vedremo la seconda parte della scheda di presentazione. È una sezione facoltativa, ma è estremamente importante compilarla con attenzione perché sarà la prima cosa che vedrà chi sta valutando il vostro profilo.

Quindi… al lavoro!!!

profilo per aziende

 

Avete scelto il settore, il lavoro e il luogo in cui volete lavorare.

 

Vi siete presentati mettendo in evidenza le parole chiave…

Inserite adesso altre informazioni.

Titolo di studio, precedenti esperienze lavorative (selezionate settore e mansione svolta), lingue conosciute (potete aggiungerne altre, se non presenti nelle caselline da spuntare), programmi informatici coi i quali sapete lavorare (anche questi possono essere ampliati).

 

 

Ci siamo! potete, a questo punto, caricare il vostro curriculum vitae in formato PDF (è l’unico formato che tutti, ma proprio tutti, riescono a leggere).

 

Attenzione: se non volete che il vostro numero di telefono o la vostra mail siano pubblici, non devono apparire nemmeno nel curriculum.

Salvate! Siete a posto!

Un’ultima cosa: vi volete candidare per lavori differenti? Forse dovrete scrivere più di un curriculum. Ad ogni prestazione è meglio allegare il curriculum più adatto a rappresentare al meglio le vostre capacità per quello specifico lavoro.

Passo e chiudo

Beatrice

 

 

Trucchi e suggerimenti per ottimizzare il proprio profilo II

beatrice martini
beatrice martini

beatrice martini

Eccomi per la seconda parte … non sperate che sia l’ultima.

È arrivato il momento di scegliere il lavoro per il quale ci si propone.

Avete tre opzioni: lavorare per privati, per aziende o come liberi professionisti (visibili a privati e aziende allo stesso modo).

 

Oggi diciamo di voler lavorare per le aziende. Valuteremo solo la prima parte dello schema di presentazione, ovvero la parte obbligatoria e la voce parlaci di te dell’area facoltativa.

parte obbligatoria

parte obbligatoria

Parte obbligatoria

Cliccando su scegli lavoro si aprirà una finestra in cui selezionare per prima cosa il settore lavorativo e successivamente la mansione desiderata.

Confermato il lavoro, scegliete il comune in cui desiderate lavorare. Se siete disponibili a muovervi su tutta la provincia, sarà sufficiente spuntare l’opzione “pubblica su tutta la provincia” perché il vostro profilo sia visibile su tutto il territorio.

Volete proporvi in zone lontane dalla vostra residenza? È necessario che facciate un piccolo sforzo perché i potenziali datori di lavoro valutino seriamente la vostra candidatura.

Mettetevi, come si suol dire, dall’altra parte della scrivania. Se voi cercaste un dipendente a Genova, perché mai dovreste considerare una persona che abita a Forlì?

Dovete dirglielo voi!!! Utilizzate al meglio lo spazio PARLACI DI TE sottostante. Ad esempio: abito a Pistoia e voglio propormi per lavorare a Milano? Nello spazio PARLACI DI TE, sottolineerò il fatto di avere la concreta possibilità di trasferirmi. Abito a Pistoia e voglio propormi per lavorare a Grosseto? Metterò l’accento sul fatto di essere automunita. Insomma, ogni caso è un caso a sé, ma fate attenzione a questo particolare.

Volete candidarvi in più province? Fatelo creando un profilo ad hoc. Una volta inserita la prima prestazione cliccate su “aggiungi una nuova prestazione” e procedete a creare la vostra nuova presentazione.

C’è un altro elemento al quale fare attenzione nella compilazione del PARLACI DI TE, ovvero la scelta delle parole chiave. Nel testo della presentazione, cercate di inserire il lavoro desiderato e il nome del comune/ provincia in cui volete lavorare (ad esempio commessa e Firenze) in modo da rendere il vostro profilo più visibile anche al di fuori dei confini di doanbe…

Passo e chiudo.

Alla prossima

Be

Oh DoAnBe vestito di nuovo!

foto di the italian voice

foto di the italian voice

Missione compiuta. E’ online la nuova versione di DoAnBe, resa ancora più semplice e arricchita di una sezione importantissima, dedicata alle aziende in cerca di personale e a quanti siano in cerca di un lavoro non occasionale ma stabile con un profilo professionale ben definito. Signore e Signori guardare per credere! Ma intanto due parole per anticiparvi le modifiche: la nuova sezione per le aziende offre la possibilità a chi cerca lavoro di dare informazioni sul proprio conto e di caricare il curriculum vitae nel settore e nella mansione prescelti mentre permette alle aziende di effettuare una ricerca mirata in modo più snello e rapido.

Le aziende avranno a propria disposizione quindi un “data base”, ordinato per settori e mansioni inerenti al settore, entro il quale poter rintracciare con estrema facilità al momento del bisogno le figure professionali ricercate.

La ricerca potrà essere eseguita direttamente dall’azienda, senza alcun tipo di filtro, fra tutti i profili inseriti, senza che alcuna selezione possa escludere la visibilità di ognuno. Un consiglio a tutti coloro che cercano lavoro: andate spesso sul vostro profilo aggiornatelo, rendetelo vivo e attuale e controllate se siete stati contattati da qualcuno sulla nostra messaggistica interna.

Vi rivelo un segreto: gli iscritti per cercare lavoratori sono cresciuti numericamente in modo esponenziale, DoAnBe vi dà visibilità e da buon regista vi dà il “ciack si gira”…..l’azione però spetta agli attori e quelli, cari signori e signore, siete voi!